Molto spesso, quando mangi più del dovuto, hai bisogno di allentare la fibbia della cintura. Tuttavia, questo può essere imbarazzante, per non dire frustrante. Purtroppo, le cause del gonfiore di stomaco, che è una delle lamentele più comuni che i medici sentono dai loro pazienti, possono derivare da una varietà di cause che iniziano con il mangiare troppo, fino ad arrivare alle intolleranze alimentari.

Può sembrare che tu abbia un palloncino gonfio nello stomaco e, a volte, può essere effettivamente visibile sul girovita. Nella sua forma meno grave, il gonfiore può essere semplicemente fastidioso. Nondimeno, può anche essere piuttosto doloroso e avere un impatto negativo sulla qualità della vita. Inoltre, può venire anche con altri disturbi legati al gas, come ruttare e perdere aria. Chiaramente, nessuno dei quali è divertente da affrontare.

Il gonfiore può essere comune per molti individui, ma ciò non significa che tu devi conviverci e non fare nulla a riguardo.

Cosa fare per porre rimedio alle cause comuni del gonfiore

Per ridurre o eliminare il gonfiore, è importante determinarne prima la causa. Una volta che conosci il motivo che causa il tuo gonfiore, puoi porre i rimedi necessari – e spesso molto semplici – per trattarlo e impedirgli di tornare. Se hai bisogno di aiutarti con degli integratori naturali puoi valutare di fare un acquisto su degli shop di erboristeria online come https://e-secondonatura.com/.

Le possibili cause del gonfiore

La causa del gonfiore addominale è un po’ un mistero nel mondo medico. Pertanto, può essere difficile individuare esattamente cosa sta causando questo problema nel tuo stomaco. Tuttavia, ci sono alcune cause comuni di gonfiore che possono iniziare proprio dal comune pasto che facciamo durante la giornata.

Il gonfiore e la tua dieta

Le intolleranze alimentari sono la causa più comune di gonfiore, in particolare il glutine, che si trova nel grano, nella segale e nell’orzo. Può capitare, infatti, che sei intollerante a praticamente tutto ciò che consumi. Altre possibili intolleranze possono includere:

  • Verdure, come carciofi e asparagi.
  • Frutta, come albicocche e prugne.
  • Bevande gassate.
  • Prodotti con lattosio, come pane e condimenti per insalata.
  • Alimenti con sorbitolo, come caramelle senza zucchero.

Altre volte, il gonfiore può essere causato dal mangiare troppo velocemente o dal bere con una cannuccia. Entrambi possono farti assorbire più aria del dovuto mentre mangi. Quell’aria finisce nello stomaco, il che può portare a gonfiore.

A volte, il gonfiore è semplicemente causato da un pasto super abbondante. Normalmente, il tuo stomaco ha le dimensioni di un pugno. Ma dopo essersi concessi un pranzo o una cena sostanziosi, si espande per fare spazio a quel cibo in più. Fino a quando il tuo stomaco non ha finito di digerire il cibo, puoi sentirti più pieno e gonfio per un po’.

Gonfiore come sintomo di un’altra condizione

Il gonfiore potrebbe non avere nulla a che fare con ciò che mangi, ma in realtà essere il risultato di un’altra condizione. Alcune condizioni che possono causare gonfiore includono:

  • Sindrome dell’intestino irritabile: è una combinazione di sintomi – gonfiore, crampi, diarrea, stitichezza, dolore addominale.
  • Malattia infiammatoria intestinale: avviene quando il tratto gastrointestinale (digestivo) è infiammato (come nel morbo di Crohn o nella colite ulcerosa).
  • La celiachia: è una malattia autoimmune. È causata quando una proteina chiamata glutine (nel grano, nell’orzo e nella segale) fa sì che il sistema immunitario danneggi l’intestino tenue.
  • Costipazione: si manifesta quando si hanno 3 o meno evacuazioni settimanali, feci dure o secche o difficoltà a scaricare l’intestino.
  • Gastroparesi: avviene quando lo stomaco svuota il cibo nell’intestino tenue lentamente e in modo inefficiente.
  • Cancro al colon, alle ovaie, allo stomaco o al pancreas.

Altre possibili cause di gonfiore

Ci sono altri possibili cause per cui ti senti del gonfiore, che non sono correlate al cibo o ad un’altra condizione. Queste includono:

  • Uno squilibrio di microrganismi nell’intestino, che può essere il risultato dell’assunzione di antibiotici.
  • Aumento della curvatura nella colonna lombare (parte bassa della schiena), che può ridurre lo spazio nell’addome.
  • Grasso addominale extra, che può essere dovuto al fumo di sigaretta o all’uso di alcol. Può anche essere il risultato di un tipico tipo di corpo delle donne.
  • Ritenzione idrica prima o durante il ciclo mestruale di una donna a causa di ormoni, come il progesterone, che può essere intensificata da farmaci come pillole anticoncezionali o farmaci per la fertilità.

L’importanza di consigliarti con il tuo medico curante

Il gonfiore può essere un problema complesso, causato da uno o più fattori. Dunque, è importante parlare apertamente e onestamente con il medico di base, per il tuo benessere gastrointestinale, durante i controlli annuali e altri appuntamenti.

Se sei preoccupato che ci possano essere delle altre cause per il tuo gonfiore, fissa un appuntamento con il tuo medico. Lui potrebbe anche indirizzarti da un gastroenterologo, un medico dedicato alla diagnosi e alla cura delle malattie del tratto gastrointestinale e del fegato.

La chiave per identificare la causa del gonfiore è la comunicazione. Questo perché, i principali sintomi a volte possono essere poco chiari. Perciò, se vuoi ottenere un quadro chiaro e completo può aiutarti a ottenere una vita migliore, senza gonfiori e a misura di girovita.